4.12.18

Abbiamo Osservato e disegnato


Ieri sera è terminato il corso Osserviamo e Disegniamo di cui avevo parlato
Con  Silvia,  Patrizia, Paola, Gilda, Mariella, Letizia, Arianna, Alessandro, Maria, Giuseppina, Sandra, Simona, Aldo, Mirella ci siamo visti per 8 lunedì e disegnato intensamente per 16 ore nella  accogliente sede di Babelica a Torino.

 Siamo passati dal disegnare le foglie...
 ...a ritratti complessi

A pochi piaceva disegnare le proprie mani...ma l'esercizio , per persone che dichiaravano di non saper disegnare, mi sembra che sia stato molto positivo!

 I ritratti sono continuati con l'inserimento di ombre e sfumature...


...e sono diventati sempre più intensi





La nostra ospite ha pazientemente aspettato il suo turno per disegnare, ma alla fine ha preferito dormire tutto il tempo...
 ...forse aveva timore dei gatti!
Alla fine ogni partecipante ha esposto il primo disegno svolto insieme ad uno, tra gli ultimi realizzati, che apprezzava maggiormente.



  Dei bei miglioramenti vero?


 In così poco tempo abbiamo svolto molto lavoro e soprattutto è aumentata la confidenza con la matita e il foglio bianco e si è imparato un metodo.
Sono contenta e ringrazio tutto il gruppo di bellissime persone con cui ho passato delle meravigliose  serate insieme, e non posso fare altro che augurare 
BUONI DISEGNI a tutti!


5.11.18

Exciting News!


I am very pleased to tell you that Is It a Mermaid? 
by Candy Gourlay and illustrated by me published by Otter-Barry books 

is one of the nominated titles for

 I am very excited to be on the same list of authors and illustrators I've long admired .

Congratulations and best of luck to all! 
Read the full lists here.



The book is available here

16.10.18

Who Has Wiggle-Waggle Toes?


I am so happy to finally share with you the cover of my book upcoming on January 15th 2019 published by Holiday House, NY

I had the privilege to illustrate the fantastic text of Vicky Shiefman, to have worked with a fantastic team with my sweet editor Grace Maccarone and my lovely Director of Art and Design Kerry Martin, to have the incomparable Eunice McMullen as  my agent.

 "Fun and high-spirited—pure joy" 
 commented Kirkus Review, you'll find the full text here

Pre-orders here
 

14.9.18

Osserviamo e Disegniamo



La passione di disegnare mi ha accompagnato per tutta la vita, ma non è stato così facile accettare di avere questa passione. Per anni ho disegnato solo quando durante le lezioni mi annoiavo. Disegnare mi permetteva di isolarmi e mi faceva dimenticare la noiosità dell'interlocutore e mi trasportava in un mondo tutto mio.

Disegnavo benissimo durante le lezioni di fisica e di matematica per esempio, ma non riuscivo assolutamente a farlo durante le lezioni di italiano e letteratura latina.
Le mie insegnanti erano così interessanti che non riuscivo a disegnare perché volevo ascoltare.

Nella mia classe al liceo ero seduta al primo banco e quindi non potevo parlare con le mie compagne senza essere ripresa dall'insegnante. Avevo posizionato una barriera , tra libri e quaderni, in modo che non si vedesse che invece di prendere appunti ...disegnavo.
Insomma per disegnare avevo bisogno di non parlare e dovevo isolarmi.

Molti non hanno bisogno di tutto questo, riescono benissimo a disegnare parlando e circondati dal mondo, ma io non ci riesco, nemmeno ora, dopo tutti questi anni di disegno.

Ai tempi però non avevo ancora capito questi motivi e pensavo che sì , mi piaceva disegnare, ma non ero  così brava. Io disegnavo saltuariamente e non ero molto brava con il disegno a memoria. Pensavo che quello che facevo era solo copiare e non disegnare.

Ma in fondo disegnare, non è forse copiare?

  
Albrecht Dürer utilizzava una Griglia per proiettare i punti di un oggetto su un piano come illustra nella sua acquaforte.
La sua osservazione del mondo circostante fu molto accurata, era molto puntiglioso nell'osservazione e possedeva sicuramente delle non comuni doti di disegnatore. 



Mentre frequentavo l'università facevo delle supplenze di arte in alcune scuole medie cittadine.
Ricordo ancora quando, entrando nella classe ancora vuota, vidi un mio allievo di 11 anni riprodurre in modo spettacolare una foto che ritraeva la cantante Madonna che a lui piaceva molto.
Lo guardai ammirata e mi feci spiegare come fosse stato capace di riprodurre così bene una foto: cosa che a me non riusciva così bene, benchè fossì più grande di lui e disegnassi da più tempo.
Mi parlò della sua insegnante e degli esercizi che lei aveva fatto fare a tutta la classe.
Il mio allievo mi parlò del libro che avevano usato e che era Disegnare con la parte destra del cervello di Betty Edwards. Comprai subito il libro: era il 4 marzo 1987.


Lo so perché allora era mia abitudine scrivere le date di acquisto sui libri. E' da trent'anni che questo prezioso manuale fa bella mostra di sé nella mia libreria. L'ho usato e riletto talmente tanto che ormai ha le pagine che si sono scollate. Ma è il primo libro che mi veramente insegnato a disegnare. O meglio, mi ha insegnato a nominare e quindi a guardare in modo utile l'oggetto da disegnare. Il mio disegno consapevole è iniziato da lì e non mi ha più abbandonato. 



Il riuscire a riprodurre la realtà con l'osservazione mi ha aiutato a vedere con attenzione ciò che mi circondava, mi ha aiutato a divertirmi con l'osservazione e mi ha reso consapevole di quanta bellezza mi circondava e a cui prima non davo importanza.


 E' da questo ricordo che parto per introdurre il mio corso di disegno realistico. 




Il prossimo  lunedì 15 ottobre 2018 inizierà a Torino presso la sede di Babelica un mio corso sul guardare e sul disegnare .
Il corso sarà suddiviso in 8 incontri di due ore ciascuno dalle 18 alle 20 ogni lunedì e terminerà lunedì 3 dicembre.
Se cliccate qui  trovate le informazioni relative al programma e al costo sia della singola lezione che dell'intero laboratorio.
Riduzione della quota di iscrizione a chi si iscrive entro il 15 settembre 2018.
Vi aspetto!
 

8.5.18

Amo L'inghilterra ♥ I Love England

Chi mi conosce sa del mio amore per la Gran Bretagna e quindi non si stupirà di questo post che vuole raccontare il mio ultimo viaggio pieno di incontri, sorprese e colori.
Il viaggio, che ho fatto insieme a mio marito Luca, è iniziato qui :

If you know me I surely told you about my love for Great Britain and therefore you will not be surprised by this post which tells about my last trip full of meetings, surprises and colours. The journey with my husband Luca has begun here: 

 Eastbourne 
è una città  situata nella contea inglese dell'East Sussex.
E' molto bella con un caratteristico Pier sul lungomare.
 Mi piacciono i moli, nella cultura britannica sono luoghi di passeggio e svago 

I like the piers, in the British culture they are places of walking and recreation
  


 
Mi piace moltissimo anche il " Fish and Chips"!
E per chi non riesce ad andare in Inghilterra...se cliccate qui 
trovate il video che vi spiega come farlo a casa.
 
I also like very much Fish and Chips! 



Ho fatto bellissime passeggiate sui prati in cima alle scogliere bianche a strapiombo sul mare che da Eastbourne portano alle Seven Sisters. Le Seven Sisters (Le sette sorelle) sono scogliere di gesso che si affacciano sul Canale della Manica. Spettacolari!
Chi vuole saperne di più può cliccare qui
The Seven Sisters are absolutely amazing!






A Eastbourne c'è un interessante Museo
Towner Art Gallery

dove ho scoperto
qui 
Eric Ravilious 
nato all'inizio del 1900
 pittore, designer, illustratore di libri e incisore su legno cresciuto nell'East Sussex.
Qui sotto potete vedere alcune matrici e il relativo stampo. Erano  di dimensione  molto piccola. Splendide!



Ho avuto anche la fortuna di visitare una inconsueta mostra temporanea su
Nidi e Uova
a cura di Andy Holden e Peter Holden



Non sapevo che esistessero uova di colori così belli e con pattern così interessanti.

I didn't know that there were eggs of so beautiful colours and with such interesting patterns.

Insieme a Sarah Massini che ringrazio tantissimo anche per i link di questo post e per avermi fatto conoscere così tanto del Sussex
Siamo andati a visitare Alfriston.

Together with Sarah Massini  who I thank  so much for all the links of this post and for introducing me to Sussex
we went to visit Alfriston.

Se vi capita, andate a visitare la libreria!
E' deliziosa!

If you go there visit the bookshop: It's absolutely lovely!





C'era anche la mia rivista preferita:
Flow. 

Se non la conoscete
QUI  trovate il sito

There was also a copy of my favourite magazine



Charleston Farmhouse 
è assolutamente da visitare.
Era la casa degli artisti Vanessa Bell  ( sorella di Virginia Woolf) e Duncan Grant dove venne ospitato anche il Bloomsbury Group
  
Charleston Farmhouse   the house of the Bloomsbury group is a must-see.


Non si possono fare foto all'interno così ho acquistato questo coloratissimo souvenir illustrato da Alice Pattullo


Ma qui potete vedere una carellata di immagini delle decorazioni.

If you like to see more of the inside of Charleston Farmhouse , please click  here

Anch'io vorrei decorare la  nostra casa così...ricordo benissimo di averci pensato mentre ero di fronte ad una deliziosa
 torta al cioccolato nella caffetteria lì vicino.

I would like to have my house so decorated ... I remember very well having thought of it while I was in front of a delicious piece of chocolate cake in the cafeteria close to the house.




 
E poi siamo arrivati a Londra!
Ospiti di amici che ogni volta ci accolgono calorosamente a cui vogliamo molto bene
e che qui ringrazio ancora tantissimo!

And then we arrived to London!
We were guests of our lovely friends who in every occasion warmly welcome us. 

I thank  them so much!


Si avvicina
la presentazione del libro
IS IT A MERMAID?


di cui parlo QUI
scritto da Candy Gourlay e da me illustrato
pubblicato dalla Otter-Barry Books di Londra

Si inizia subito con il ritagliare dugonghi e code di sirena.


Prima di arrivare al luogo dei festeggiamenti mi lascio incantare da una vetrata
disegnata che mi mette di buon umore.


Ed eccoci arrivati:
I libri li mettiamo tutti in bella mostra.
Incontro per la prima volta Candy Gourlay
e subito mi conquista.
Avrò modo di conoscerla un po' nei giorni seguenti.
E' travolgente, piena di passione ,energica organizzatrice perfetta. Ha partecipato tutta la sua famiglia, che ci ha accolto con simpatia e calore.



So che questa foto è mossa e ce ne sono senz'altro anche di molto più belle qui
Ma questa mi piace particolarmente.


La festa per celebrare la pubblicazione del nostro libro è stata un successo.
Eravamo veramente in tanti.
E' stato bellissimo!

The Launch was a success.It was really crowded. It has been wonderful!


La serata è stata anche allietata da una canzone speciale
The Dugong's Song
che potete ascoltare
  qui/here


Candy ed io abbiamo  poi avuto due giornate di laboratori.
Abbiamo inziato con l'incontrare i bambini della Chestnuts Primary School.
Ci siamo molto divertite. Candy è bravissima a intrattenere e incuriosire bambini e adulti.




Abbiamo giocato a illustrare un libro con protagonista il dugongo.
Sono stati tutti bravissimi!





Poi abbiamo passato un po' di tempo nella loro accogliente biblioteca
a firmare qualche copia e a parlere con la simpaticissima bibliotecaria  Tanya




Candy and I with the lovely Tanya.
 

Il secondo giorno  di laboratori siamo state
alla Dunton Green School
Questa volta abbiamo creato con i  bambini  un lunghissimo, colorato fondale marino.

This time we created  with the children a wonderful, long and coloured seabed.  




Con Candy abbiamo anche realizzato alcuni video.
Uno di questi lo potete ascoltare qui:

E' una mia intervista a Candy sul perchè della storia, sul perchè del dugongo e perchè è stato così importante per Candy scriverla.
Guardatelo fino alla fine, ritroverete anche Il trailer del libro realizzato dal bravissimo
 Armand Quimpo.

We also enjoied to make some videos.
Candy Interview is available here





Ho avuto anche tempo a girare per Londra...e ci sono anche stati luoghi che mi hanno ricordato le sirene.

I had also time to go around London.
Where I found mermaid remainders around me...





E poi siamo tornati a casa...

Finally we went back home...

... ma speriamo di ritornare presto!

...but we hope to come back soon!